Tempi bui per i comunisti

A giudicare dalle luci, tra Cina e Giappone c’è un’isola chiamata Corea del Sud, separata dal continente asiatico da un buco nero chiamato Corea del Nord, che nella cartina non si vede perchè i comunisti non sanno ancora accendere il fuoco, figuriamoci le lampadine.

Qui è più grande. (Mal)auguro a tutti quanti una decrescita equa e solidale. L’ho trovata da Karlsson.

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Tempi bui per i comunisti

  1. retore ha detto:

    C’è un inno alla decrescita fenomenale lo trovi qui sul tubo: http://it.youtube.com/watch?v=tYJF5DBBHZE (dal minuto 3.45, la canzone dal titolo “La recessione” su testo di Pasolini e cantato dalla mia conterranea Alice che simboleggia in modo abbagliante la passione per il sottosviluppo – virato in chiave poetica naturalmente – dell’intellettualità italiana di cui PP era un egregio campione). “La sera sarà più nera del nero”: eh già…come in Nord Corea…

  2. Libertarian ha detto:

    E’ facile amare il sottosviluppo altrui!

  3. pierinolapeste ha detto:

    Retore:
    Alice ha fatto un buon disco, Melodie Passeggere con brani di Staie, Ravel e Faurè, l’hai mai sentito?

  4. pierinolapeste ha detto:

    Per la precisione”Mélodie passagère”

  5. retore ha detto:

    Quel disco non lo conosco ( il fatto che abbia cantato autori classici di art song come Ravel e Faurè mi incuriosisce – anche un’americana, una cantante folk poco nota di nome Josephine Foster di recente ha ripreso del repertorio classico, nel suo caso lieder tedeschi), ma in generale Alice non mi dispiace…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...