Money creation and Signoraggio

Econbrowser è un bel blog pieno di articoli interessanti di economia, spesso interessanti, brevi e con molti dati.

Tempo fa avevo letto un post risalente al Settembre 2007 che parlava della politica monetaria delle settimane immediatamente successive alla crisi finanziaria dell’Agosto 2007: Money Creation and the Federal Reserve.

Leggendo con attenzione il post mi sono accorto che i dati confutavano una teoria che in Italia va molto di moda, quella del signoraggio.

Un po’ di premesse per capire il post linkato:

  1. Le banche centrali iniettano liquidità tramite tre canali principali: le operazioni definitive, le operazioni temporanee e il finanziamento d’emergenza. La BCE credo utilizzi soprattutto le seconde, ma non ne sono sicuro; la Fed usa quasi sempre le prime, e usa le altre due solo in caso di crisi.
  2. Un’operazione definitiva si ha quando la BC compra un titolo e in cambio dà moneta al venditore. Ad esempio, posso monetizzare un buono del Tesoro da 100$ ad un anno dando 97$ subito al venditore.
  3. Un’operazione temporanea si ha quando la BC compra un titolo in cambio di moneta con un RePo, un Repurchase Agreement: dopo qualche giorno (due giorni, o una settimana – come nel caso della BCE), la banconota esce di circolazione e l’asset viene restituito.
  4. Una discount window loan, che ho tradotto con "finanziamento d’emergenza" per mancanza di termini migliori, è quando una banca in crisi chiede soldi direttamente alla Fed, pagando un interesse fissato.
  5. La Fed intervenne con miliardi e miliardi di Repos. Il fatto che la Fed crei 30 miliardi di Repos per ad esempio 4 settimane non significa che l’offerta di moneta ad alto potenziale sia aumentata di centinaia di miliardi di dollari, in quanto un Repo dura solo pochi giorni.
  6. La figura "Reserve Balances" mostra come l’eccesso di liquidità creato dalla Fed non andò da nessuna parte: le banche spaventate le tenevano nei forzieri della Fed: praticamente pagavano interessi per avere un deposito che non pagava interessi (almeno ora qualcosa paga), per motivi puramente precauzionali. E’ successo lo stesso poche settimane fa.

Una delle tante affermazioni dei signoraggisti è che le banconote non vengono ritirate dal mercato quando scadono le operazioni definitive (in realtà non ho mai sentito da loro questa definizione, quindi immagino che loro ritengano che valga lo stesso per i Repos).

Se fosse così, la base monetaria non diminuirebbe mai. Inoltre la BC guadagnerebbe gli interessi sulle attività monetizzate*, ma anche tutto il capitale, in quanto riotterebbero indietro la banconota, e potrebbero poi usarla per comprare merci. Di fatto, questo implica che le BC siano proprietarie di una frazione consistente del PIL, visto che creano tutta la base monetaria e poi si tengono le banconote. Ovviamente non è vero: se il Tesoro guadagna il 2% di PIL tramite signoraggio, solo con gli interessi, le BC dovrebbero guadagnare il 100% di PIL circa con il capitale! Ma quando mai? IDNMAS+!

Ma vediamo la tabella "Supply and disposition": le Treasury Securities dal 15 Agosto 2007 al 19 Settembre 2007 sono scese di 18 miliardi di dollari. Questo significa che le operazioni definitive sono state ridotte e questo ha portato ad una riduzione della base monetaria!

Ciò è possibile solo se le affermazioni dei signoraggisti sono false. Dice successivamente l’autore del post: "La Fed ha portato a scadenza parte dei suoi Buoni del Tesoro senza fare roll-over". Questo significa che, se non si rinnova la base monetaria a scadenza delle attività sottostanti, anche quelle comprate con operazioni definitive, la base monetaria si annulla. Esattamente il contrario di quanto dicono i signoraggisti.

Personalmente non sono d’accordo con l’autore quando dice che non è vero che la creazione di base monetaria è una forma di bailout: se le banche stanno per morire e si danno loro riserve, è un salvataggio. Infatti senza quelle operazioni il tasso di interesse sarebbe schizzato, ad esempio, al 10%, e sarebbero finite tutte a gambe per aria.

Direi invece che è importante la chiusura: il fare Repos non crea inflazione oggi; crea inflazione quando le banche capiranno che potranno essere di manica larga, e quindi avranno eventualmente bisogno di riserve domani. Ciò che conta non è avere riserve, è avere un’istituzione che quando serve le crea dal nulla e "salva il sistema".

* Un’altra affermazione non rispondente al vero è che le BC guadagnano questi interessi e li passano ai proprietari – privati. In realtà gli interessi da signoraggio passano al Tesoro. E comunque sono briciole, saranno un paio di punti di PIL.

+ It does not make any sense!

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in economia - articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...