Oro e dollaro

In risposta a questo post su Ragion Politica, un sito del PDL (Popolo Delle Lobby?), ho scritto:

L’oro a differenza dei dollari non può essere stampato, quindi, come riserva è superiore al dollaro, che a partire dal 2000 è stato abusato dalla Fed.

Se l’economia si stabilizzasse, l’oro tornerebbe a 100 dollari l’oncia, ma non c’è traccia di stabilizzazione:  finché le banche centrali giocheranno a gonfiare gli aggregati monetari, l’oro starà alto.

Dovesse la situazione farsi più critica, con aggregati distrutti per il collasso dei moltiplicatori monetari, forse l’oro riscenderebbe nuovamente.

Se diventasse veramente critica, si seguirebbero le orme di Benito Roosevelt e si manderebbe la polizia a sequestrare l’oro.

Insomma: niente speculazione, semplice risposta razionale all’irragionevolezza della politica.

La soluzione proposta nell’articolo non è una soluzione: se è l’incertezza a creare domanda d’oro, vendere l’oro nel breve termine non risolverà il problema nel lungo, esattamente come le vendite di oro degli investitori per i margin call hanno effetti solo temporanei.

PS Ce ne vuole per non vedere che la bolla dell’oro nasce dalla risposta della Fed alla bolla della e-economy. L’oro è autodifesa finanziaria, non è una bolla speculativa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in economia - articoli. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Oro e dollaro

  1. varnai ha detto:

    sono d’accordo sul fatto che l’oro è autodifesa finanziaria, non una bolla speculativa (anche se, come tutte le merci, potrebbe prestarsi allo scopo).

    sul fatto che “l’oro a differenza dei dollari non può essere stampato, quindi, come riserva è superiore al dollaro”, sono ugualmente d’accordo, ma con una precisazione che forse lei sottintende ma che reputo necessario rendere esplicita; nel senso che l’oro, non solo come riserva, bensì tout court, è una merce e quindi rappresenta direttamente un valore. Anzi, è la merce per eccellenza, valore di scambio universale, denaro. Mentre la moneta cartacea, è noto, è solo segno di questo valore.

    tutto questo, per molta parte, spiega anche i differenziali di “prezzo” tra oro e dollaro, ovvero l’apprezzarsi del primo.

    se lei intendeva questo, allora scusi la propedeutica.
    saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...