Verità e felicità

Lo strano titolo del post testimonia la stranezza dell’argomento trattato. Stavo riflettendo infatti su cosa è importante nella vita e mi sono imbatutto nel problema del ruolo della verità.

Chiamerò "felicità" qualsiasi obiettivo ci si possa porre nella vita, dallo sposarsi ed avere figli allo sterminare i Tutsi in Ruanda, senza interrogarmi troppo sul suo significato. Mi interrogo invece sul ruolo della verità nella ricerca della felicità, qualunque cosa quest’ultima parola significhi.

Posso immaginare tre tipi di persone: coloro che non sanno cosa è bene per loro, coloro che lo sanno ma non l’hanno, e coloro che lo sanno e l’hanno. Il sapere ha qualcosa a che fare con la verità, e quindi i tre gruppi si possono chiamare "non-sapienti", "sapienti infelici" e "sapienti felici".

Il fatto che la distinzione tra le ultime due categorie sia possibile apre le porte alla possibilità che la conoscenza possa essere una condizione non sufficiente per la felicità, ed è proprio questa la mia tesi: la verità è necessaria ma non sufficiente.

Supponiamo che un tizio sia felice solo se lavora in un negozio di giocattoli di legno. Un non-sapiente può ignorarlo e cercare la felicità altrove, ad esempio bevendo due litri di vodka al giorno. Un sapiente infelice lo sa ma non ha il negozio. Un sapiente felice lo sa e lavora proprio nel negozio che desidera.

Per diversi filosofi pare che la sapienza e la felicità coincidano, ma questa onnipotenza della volontà e della ragione mi sembra del tutto campata in aria: la felicità umana dipende dalle persone che si hanno intorno, almeno per me, e siccome queste sono dotate di libero arbitrio non è sufficiente sapere quanto è importante avere attorno certe persone, ma è solo necessario. La conoscenza è come una bussola che indica una strada: è un mezzo e non un fine, uno strumento e non la destinazione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Verità e felicità

  1. cachorroquente2 ha detto:

    Per i filosofi epicurei la sapienza è fondamentale per il raggiungimento della felicità perchè attraverso di essa si possono abbattere gli ostacoli che ci impediscono di goderla:
    a) la paura irrazionale della morte e degil Dei
    b) l’attaccamento alle cose e alle persone

    Penso che Epicuro, con gli aggiustamenti del caso, sia un modello abbastanza significativo del pensiero eudaimonista degli antichi.

    Messa in termini più moderni e psicologistici, la condizione necessaria e sufficiente per la “felicità” (fatte salve situazioni di grave deprivazione o di lutti o di grande sofferenza fisica) è il coping, cioè la capacità di adattarsi alla situazione esterna e di ottenere soddisfazione con ciò di cui si dispone.
    Il coping può dipendere da molte cose
    – temperamento “innato”
    – senso dell’umorismo
    – riflessione filosofica
    – …

  2. Libertarian ha detto:

    Il problema che ho con i filosofi è che cercano la felicità distaccandosi da cose e persone. Non ho difficoltà a staccarmi dalle cose, a meno che non siano ovviamente LIBRI, ma delle persone non riuscirei a fare a meno.

    Non credo che Robinson Crusoe potesse essere molto felice sull’isola. E immagino che avrebbe preferito il naufragio di Cameron Diaz a quello di Venerdì. 🙂

  3. cachorroquente2 ha detto:

    Sul piano personale, sono in totale sintonia con quanto dici. Il problema sono gli altri…

    D’altra parte, parlando di alta filosofia, anche ai Jedi viene insegnato a non attaccarsi alle persone, e guarda com’è finito male Anakin Skywalker.

  4. Libertarian ha detto:

    Stavo vedendo Star Wars proprio in questi giorni. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...