Bibliografia misesiana

Ludwig von Mises è un autore sia semplice che complesso. E’ semplice da capire, mai tecnico nel linguaggio e molto chiaro e conciso su praticamente ogni argomento, ma d’altro canto, trattando argomenti complessi e mischiando assieme temi provenienti da una miriade di discipline, dalla teoria economica alla storia, dalle scienze politiche alla filosofia, in realtà la semplicità è spesso illusoria. L’edificio teorico di Mises è fatto di mattoni semplici ma la struttura complessiva è molto complessa.

Sul piano bibliografico, poi, la dualità permane: esistono opere straordinariamente semplici e opere terribilmente complesse. Tendenzialmente è più facile che Mises sia semplice da leggere quanto tratta di politica, o anche politica economica, mentre tende ad essere difficile quando tratta alcuni temi di economia ed epistemologia.

Tutte le opere di Mises possono trovarsi in questa pagina (in inglese, alcune in tedesco, ma sono quasi tutte tradotte). In italiano sono facilmente trovabili presso Rubbettino, Liberilibri, e in passato Rusconi e Armando. Su IBS ce ne sono parecchi (se si cerca per autore).

Nel seguito farò una bibliografia per argomento, partendo dai testi semplici per poi arrivare a quelli complessi.

Testi generali

Un buon sunto introduttivo del pensiero misesiano in campo politico ed economico è "Politica Economica" (Liberilibri).

"Human action" (in uscita per Rubbettino, ma probabilmente non nel breve termine) è un mattone di quasi 1,000 pagine dove si trova praticamente tutto il pensiero di Mises in ogni campo. In teoria basterebbe leggere questo per conoscere quasi tutte le altre opere (anche se alcune opere specialistiche come "Teoria e storia", "Teoria della moneta e dei mezzi di circolazione", "Socialismo" e "Lo stato onnipotente" contengono più dettagli). In pratica la difficoltà è trarre profitto da un’opera tanto complessa se non si hanno le basi.

"Money method and the market process" è un insieme di saggi, alcuni semplici altri meno, su molti temi diversi.

Teoria del ciclo economico

"The causes of the economic crises" è un testo tecnico sulla teoria monetaria e del ciclo economico austriaco. Non ricordo cosa dica, l’ho letta una miriade di tempo fa.

Teoria monetaria

"Teoria della moneta e dei mezzi di circolazione" (ESI) è il testo fondamentale per la teoria monetaria austriaca. Decisamente vecchio (1912 in prima edizione), ma c’è molta roba. Purtroppo nessuno si è preso la briga di aggiornarlo ai giorni nostri, tranne "The mystery of banking" di Rothbard che almeno spiega il funzionamento delle banche centrali, almeno negli anni ’70.

Calcolo economico e socialismo

"Economic calculation in the socialist commonwealth" è breve ma complesso, richiede molta comprensione della teoria del processo di mercato e dei prezzi per poter essere capito.

"Socialismo" (Rusconi) è molto più di un’analisi del problema del calcolo economico. E’ un testo complesso ma non difficile. Rimane che il tema del calcolo economico sia invece difficile da capire in sé.

Metodologia

"Epistemological problems of economics" è una sorta di versione breve e più semplice di "Teoria e storia".

"Teoria e storia" (Rubbettino) è la bibbia della metodologia misesiana, ma è molto complesso.

Storia

"Lo stato onnipotente" (Rubbettino) è un’analisi della genesi e dello sviluppo del totalitarismo nazista, a partire dall’unificazione tedesca.

"Stato nazione economia" (Bollati Boringhieri) è un’analisi della situazione dell’Europa dopo la Prima Guerra Mondiale. Non l’ho mai letto.

Filosofia e scienze politiche

Un sunto introduttivo del pensiero politico di Mises è "Libertà e proprietà" (Rubbettino)

"Liberalismo" (Rubbettino) è un classico del pensiero politico misesiano. Non vado pazzo per l’opera perché è molto introduttiva, ma per chi è alle prime armi è semplice. E’ nota perché Mises scrisse, nel 1926, che i fascisti, che erano socialisti passati dall’altra parte, avevano contribuito a salvare il mondo dalla barbarie socialista. Mises disse esplicitamente che il fascismo è il tentativo della società di salvarsi usando gli stessi metodi dei suoi nemici (il socialismo bolscevico): non un granché come complimento, ma la disperazione per il mantenimento della democrazia negli anni ’20 era palpabile, come oggi in America Latina, tra Chavez e colpi di stato militari.

"The clash of group interests": un’opera semplice e illuminante di teoria politica democratica, o della sua degenerazione lobbystica.

Interventismo economico

"Burocrazia" (Rusconi) è un libro semplice ed illuminante sull’effetto burocratizzante dell’interventismo statale.

"I fallimenti dello stato interventista" (Rubbettino) è un po’ più lungo ma non difficile da capire: la teoria sottostante è veramente semplice, e basta microeconomia di base per capirla.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in economia austriaca, liberalismo. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Bibliografia misesiana

  1. Kaelidan ha detto:

    Grazie, davvero utile questa lista!

  2. Libertarian ha detto:

    Tra l’altro, quasi tutto disponibile in italiano (titoli in italiano) e tutto senza eccezione disponibile al Mises Institute al link dato.

    Ho scoperto che devo ancora leggere Nation, State, Economy e The Anticapitalistic Mentality, dopodiché ho fatto l’en plein.

  3. Kaelidan ha detto:

    Un giorno dovrai anche fare un post dove spieghi come trovare il tempo di leggere questa mole di libri 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...