Coltivatori irrazionali

Se un coltivatore risk averse coltiva terreno vicino ad una scarpata e tra una zappata e l’altra cade nel dirupo, c’è un problema interessante da spiegare. La fragilità sistemica è un esito irrazionale anche per chi è risk neutral (visto che il downside risk influenza il rendimento medio), a maggior ragione nel mondo reale. Perché si coltiva terra ad un passo dal dirupo è quindi una domanda molto importante. Eppure non ho mai trovato un’analisi degna di questo nome dell’argomento.

Dal punto di vista ABM, bisognerebbe investigare come mai ogni singolo agente si mette con una certa sistematicità in una posizione in cui non ha margini di sicurezza per spostarsi in caso di uno shock. In un mondo normale mi aspetterei che i terreni minati siano considerati submarginali per l’agricoltura, e che i mercat a rischio bidone siano disertati dai compratori e non affollati come un suk.

Ci sono due tipologie di spiegazioni: quelle psicologiche, che dicono che il mondo periodicamente si riempie di pazzi, e quelle economiche, che mostrano qualche problema sturtturale nell’interazione individuale. Ad esempio, se la fragilità sistemica fosse un common, cioè quindi un bene pubblico per via della socializzazione del rischio, gli agenti quasi certamente si comporterebbero esattamente come i mercati che osserviamo effettivamente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...