Archivi del mese: giugno 2010

Tea Party a Roma

Domani alle 18:00 c’è il Tea Party a Roma, organizzato da Tocqueville. Non so chi abbia avuto la brillante idea di organizzare un Tea Party in un weekend di ponte (Martedì a Roma è San Pietro e Paolo ed è … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Ambientalismo: setta o mafia?

Probabilmente entrambe le cose assieme. Il Prof. Calzada ha dimostrato in un articolo che la politica dei Green Jobs in Spagna è stata un fallimento totale, anzi, è stata deleteria per l’economia. Il che richiede poco più che un corso … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Mondiali ANSIA

Nel campionato mondiale del 2014, la Corea del Nord comprerà le partite vendendo armi nucleari, ai quarti ci saranno Iran, Brasile, Corea del Nord e Turchia. Nel campionato mondiale del 2018 Lippi prenderà giocatori dal Teramo Calcio, che all’epoca avrà … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Problemi austriaci

Questo mio commento su NoiseFromAmerika non dice nulla che già non abbia scritto, ma tanto lo spazio su Splinder è gratis. Parlando il post della "Lettera degli Economisti" di qualche giorno fa, qualcuno nei commenti ha tirato in ballo gli … Continua a leggere

Pubblicato in economia austriaca | Lascia un commento

Politica industriale

Ho avuto una breve discussione con un tizio. Parlavo di cose che non sapevo e quindi mi tenevo sul vago, però ho costruito un modello teorico perfettamente adeguato per capire la politica industriale, quell’ossimoro logico e teorico secondo cui lo … Continua a leggere

Pubblicato in economia - articoli, politica interna | Lascia un commento

"Identità e violenza" di Amartya Sen

Sen è un autore che non avevo mai letto e che guardavo con un certo sospetto – della serie "liberali all’acqua di rose che pensano che non ci sia nulla di meglio della democrazia moderna", invece il libro è interessante, … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia politica, islam, liberalismo | 2 commenti

War accounting

E’ un luogo comune mai seriamente analizzato, ma sempre apoditticamente ripetuto, che le guerre si fanno per rubare le risorse. Ciò era probabilmente vero (in parte, la cosa è molto più complessa) nel caso delle guerre coloniali dei secoli passati, … Continua a leggere

Pubblicato in politica internazionale | 16 commenti