That which doesn't kill you, only postpones the inevitable?

Diceva Hoffer che è impressionante quanto siamo influenzati da coloro che influenziamo. Io sarei anarchico se non fossi realista, e il mio migliore amico sarebbe libearale se non fosse realista anche lui. Eppure dopo anni di lotte siamo arrivati alle stesse conclusioni: la politica è il male, ma va affrontata sul campo.

La servitù politica è probabilmente tanto ineluttabile come la morte, ma c'è chi muore da giovane e chi vive oltre un secolo: la differenza è notevole. Il pensiero libertarian però è troppo impegnato a cercare di curare la morte per pensare a come posticiparla, il pensiero liberale è troppo impegnato a posticiparla per pensare che è inevitabile.

Chi cerca di rendere le istituzioni politiche liberali deve necessariamente rendersi conto che è un'impresa disperata che va contro le dinamiche intrinseche alla politica: la servitù delle masse è l'equilibrio dominante dei giochi di potere, la libertà è l'eccezione temporanea che si ha quando il potere non è sufficientemente forte e organizzato, o le idee dominanti non sono ancora sufficientemente influenzate da esso.

Ogni giorno ci sono centinaia di battaglie per ridurre la spesa, le tasse, le regolamentazioni e tutti gli altri strumenti attraverso cui la popolazione è costretta ad obbedire gli ordini della classe politica, in base a decisioni prese in gran parte in base alle pressioni di gruppi di interesse organizzato che cercano il proprio vantaggio a danno degli altri. Nessuno verrà mai lasciato in pace da questo meccanismo solo perché non vuole partecipare attivamente ad esso.

Questa voce è stata pubblicata in liberalismo, libertarismo, libertiamo. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...