Acqua

Pare che tra un po' ci saranno dei referendum, e io non so cosa mettermi. Devo decidere assolutamente un vestito per l'occasione, e probabilmente sarà costume da bagno, infradito e canottiera (è giugno!).

L'IBL ha pubblicato un libro sulla privatizzazione dell'acqua, che analizza i risultati in vari Paesi. Io non l'ho letto. Non so quanto sia collegato al referendum, su cui non mi sono informato, ma dato che pare circolino tonnelate di disinformazione riguardo l'acqua, e un sacco di propaganda secondo cui l'acqua è un "bene pubblico" (cioè deve essere gestita con metodi clientelari e non legati all'efficienza).

Il libro, "Acqua in vendita?" di Segerfeldt, costa 15€, ma se ne comprate 10 copie (magari per una libreria, per regalarli, o mettendovi d'accordo con vari amici), ne costa 9€, almeno finché dura la promozione.

Qui il sito della promozione, con descrizione del libro.

Tornando al referendum, il mio livello di informazione è nullo, e dunque non avendo subito disinformazione sono più informato della media italiana: non so nulla, e dunque non dico nulla.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Acqua

  1. geleselibero ha detto:

    forse leggerò quel libro. Ma lucrare su un bene primario è violenza. Vivo in un paese che da questo punto di vista è all'avanguardia. Nel senso che abbiamo già sperimentato con disgusto i malefici della privatizzazione dell'acqua.
    (clientelismo ed inefficienza compresi)

  2. Libertarian ha detto:

    Il cibo è un bene primario. Il supermercato sotto casa ci lucra. Io sono perfettamente contento che lo faccia, altrimenti non potrei mangiare. Senza lucro non c'è produzione efficiente, e dunque c'è povertà e miseria. L'argomento, dunque non è valido, si tratta di moralismo.

    L'argomento valido sarebbe chiedersi se nel caso dell'acqua i benefici normalmente validi per altri beni come il cibo si riproporrebbero. Ad esempio, potrebbe darsi che la fornitura dell'acqua sia un servizio soggetto ad esternalità positive, e dunque richieda istituzioni speciali per essere fornito, e non possa essere lasciato al mercato standard. Parlo di istituzioni speciali, e non pubbliche, perché di norma il pubblico non è in grado di risolvere il problema, e non tutte le istituzioni private sono mercati puri.

    Questo argomento potrebbe essere valido,  e anzi credo che possa essere buono. Ma nessuno lo fa, perché è argomentativamente complicato: conviene fare moralismi.

    Poi c'è da chiedersi cosa dica il referendum, e cosa dica la riforma su cui si vota il referendum. Questo non lo so io, e immagino non lo sappia nessuno di quelli che si attiva contro la "privatizzazione", visto che è improbabile che si tratti di questo. Ma, si sa, in democrazia si vota su ciò che non si sa.

    Parrebbe che la "privatizzazione" non esista, infatti, e sia un'invenzione propagandistica dei comitati contrari alla legge. Io non so se sono contrario o meno, non ho letto nulla in materia.

    http://www.chicago-blog.it/2011/05/04/efficienza-e-concorrenza-nella-gestione-dei-servizi-idrici-%E2%80%93-di-franco-debenedetti/

  3. geleselibero ha detto:

    punti di vista. Il lucro indiscriminato sul cibo non è accettabile. Potresti mangiare anche senza supermercato, credimi.
    strutture sociali forzano le tue scelte lasciandoti accettare passivamente quel compromesso.

    Sull'acqua il discorso cambia.
    Non si tratta di un libero mercato fatto di concorrenza.
    Non stiamo parlando di acque minerali da imbottigliare.
    Io sono pronto a pagare l'ente pubblico per la realizzazione di una rete di distribuzione e per la fornitura del servizio.
    MA non son più disposto a sopportare quello che sopporto da  sempre.
    Un privato controllore unico del servizio,o di parte di esso, che ha come unico interesse il profitto.
    No, non penso sia moralismo se si dice che un servizio del genere possa e debba essere gestito dalla comunità che ne usufruisce.

  4. geleselibero ha detto:

    qui la privatizzazione esiste. 3 enti privati gestiscono tutto. I costi sono elevatissimi, il servizio scadente, il clientelismo che ci gira attorno spudorato.

  5. Varanasy30 ha detto:

    Io non voto più dal 2006, mi pare ( manco mi ricordo ), però il referendum sull'acqua andrò a votarlo, perchè non esiste che aziende private stronze facciano soldi e lucrino sull' acqua!
    Questa gentaglia deve morire di sete in mezzo al deserto!
    efficienza dei privati un' emerita mazza, scusami eh!

  6. Libertarian ha detto:

    #5: non credo che il referendum parli di ciò che dici. leggi l'articolo che ho linkato dove almeno si spiega il contenuto delle lleggi su cui votare. si è sparsa la voce che il referendum è sulla "privatizzazione dell'acqua", ciò dimostra solo che la democrazia è facilmente manipolabile perché agli elettori è possibile far credere qualsiasi cosa, semplicemente ripetendola diecimila volte.

    io non voto dal 2006, non lo farò per un referendum su cui non mi sono informato, e se volessi farlo, mi informerei per bene prima di andare alle urne.

  7. geleselibero ha detto:

    Io, che non parlo di referendum, continuo a sostenere.: acqua pubblica!

  8. Varanasy30 ha detto:

    allora, ti metto il link sui due quesiti referendari così ci togliamo il dubbio

    http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=34&Itemid=53

    ti consiglio di leggerti anche la spiegazione sottostante che riassume la sostanza di ciò che si vuole ottenere abrogando alcuni articoli di legge.

  9. korallo ha detto:

    geleselibero, pari un disco rotto. il tuo "acqua pubblica!" non vuol dire assolutamente nulla: è il tipico non seguitur del politichese standard, che presupporebbe in verità o qualche boiata contrattualista come "lo stato siamo noi" o la mistica scomparsa della scarsità. mah.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...